STUCCO VENEZIANO TORINO

Lo STUCCO VENEZIANO vanta origini antichissime, risalgono addirittura a più di cinquemila anni fa nelle provincie dell’Iran.

Successivamente venne usato per abbellire i palazzi dei nobili veneziani, per le sue qualità di elevata traspirabilità e per l’assoluta eleganza che lo contraddistingue.

Lo STUCCO VENEZIANO é una miscela di grassello di calce e polveri di marmo che viene colorato all’occorrenza in base ai gusti del cliente.

L’applicazione dello stucco veneziano consiste nel passare tre strati di materiale mediante un frattazzo in acciaio

PRIMA MANO STUCCO VENEZIANO

Prima di cominciare con la prima mano, assicurarsi che il supporto sia privo di crepe, buchi o altre irregolarità.

Quindi stendere una mano a rullo o pennello di primer in base alla scheda tecnica del brand scelto.

A primer asciutto procedere con la prima mano di STUCCO VENEZIANO.

La prima mano avrà il compito di sgrossare la parete andando a livellare le parti più sconnesse. Mediante il frattazzo di acciaio procedere a spatolate incrociate e irregolari senza lasciare creste o scalini  fino al completamento della parete.

Per procedere con la seconda mano di STUCCO VENEZIANO bisognerà aspettare tutta la notte perché si completamente asciutto.

SECONDA MANO STUCCO VENEZIANO

La seconda mano di STUCCO VENEZIANO a differenza della prima deve essere applicata lasciando più prodotto.

Deve rimanere perfettamente liscio, senza gradini o creste.

Lasciare asciugare tutta la notte.

TERZA MANO STUCCO VENEZIANO

La terza mano di STUCCO VENEZIANO è la più complicata e faticosa poiché bisogna stendere un velo di prodotto per circa un metro quadro di superficie dopodiché con un frattazzo in acciaio perfettamente pulito si procede ( questa operazione richiede moltissima esperienza perché bisogna aspettare  il momento giusto  per la lucidatura a mano) a lucidare lo STUCCO VENEZIANO facendo pressione sullo stesso fino a specchiarsi.

Si procede così per tutta la superficie avendo cura di non lasciare punti opachi (la parete finita deve essere riflettente e liscia come il vetro).

Lasciare asciugare tutta la notte.

LUCIDATURA DELLO STUCCO VENEZIANO

La lucidatura a cera dello STUCCO VENEZIANO è un’operazione che consente di rendere lo stesso idrorepellente e lavabile.

Si applica uno strato di cera con uno straccio perfettamente pulito per circa un metro quadro (questa operazione deve essere svolta da professionisti perché se la cera non è abbastanza asciutta si brucia e se è troppo asciutta non si lucida più) poi con un levigatrice rotorbitale a velocità controllata con disco in lana si lucida facendo attenzione a non lasciare opacità.

Si continua così fino al completamento della superficie.

MANUTENZIONE DELLO STUCCO VENEZIANO

Lo STUCCO VENEZIANO può essere pulito con uno straccio imbevuto di sapone neutro.

Dopo anni è possibile decerarlo per togliere le impurità portate dal tempo e successivamente ricerarlo per averlo come nuovo (questa operazione deve essere fatta da personale specializzato per non correre il rischio di rovinare il lavoro)